Home Comuni ITALIANI San Maurizio Canavese Chiesa Vechhia del Cimitero
Menu Principale

(monumento Nazionale)

N
ella zona adiacente al cimitero, occupata un tempo dal vecchio borgo e dal castello, si trova l'antica Pieve risalente al sec. XI (le testimonianze sopravvissute di tale epoca si osservano sui muri dell'abside).
La chiesa romanica fu poi ampliata e rimaneggiata nei secoli successivi per adattarla alle esigenze liturgiche. Una comunitа che non raggiungeva il migliaio di persone seppe realizzare nel tempo un monumento insigne. L'interno dell'edificio è diviso in tre navate da grandi archi ogivali ed è possibile osservarne gli affreschi, che costituiscono la sua maggior attrattiva, cronologicamente. Nella cappella sul lato sinistro del presbiterio pittori del sec. XV hanno illustrato il martirio di Santa Margherita, Santa Caterina e Santa Lucia (soprattutto quest'ultima figura si avvicina ai migliori esempi del gotico internazionale). La parete sinistra della navata centrale conserva un magnifico ciclo pittorico illustrante 24 episodi della vita di Cristo. Gli affreschi risalgono agli ultimi anni dell'400 e sono opera dei pittori Bartolomeo e Sebastiano Serra.
E' evidente lo scopo didattico che ispirт gli ideatori delle scene, in un'epoca in cui la pittura serviva per l'istruzione della popolazione analfabeta. Seguendo schemi li gusto tardo-gotico la narrazione pittorica illustra brani dei Vangeli e delle pie leggende ancora ben conservati.
A un'epoca poco piщ tarda (inizi del sec. XVI) appartengono gli affreschi della Madonna della Misericordia (nella cappella a lato dell'altare) e i ritratti di Profeti che si vedono nel primo sottarco di destra.
Sempre seguendo la successione cronologica, si giunge al Concilio di Trento quando le nuove norme per il decoro degli edifici sacri modificarono molte antiche chiese. Tale periodo è rappresentato dall'altare maggiore, sul quale spicca un trittico su tavola di scuola vercellese del XVI sec. La tavola centrale raffigura l'Adorazione dei Magi, a sinistra il patrono San Maurizio e a destra San Francesco che presenta il Pievano don Lavoretto. Le antiche Confraternite, che avevano qui i loro sepolcreti, furono le promotrici della nuova chiesa sorta nel concentrico, chiesa che divenne la nuova parrocchia mentre la Pieve fu destinata alle cerimonie funebri.

    
 
 
 
 
 
 
Chi è online
 45 visitatori online
Ulti Clocks content
CALENDARIO
Marzo 2019
L M M G V S D
25 26 27 28 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Eventi
Nessun evento